S.o.a.P - HomePage
  S.o.a.P | Sezione Autori | Exit
Account: Login | Register 

Eredità di sangue ~ By Frances
Final Fantasy VIII - R - Serio - Pubblicato: 23/8/06 - Aggiornato: 30/8/06
ID Fanfiction: 815 - Commenti: 23
Commenta questa fanfiction   Aggiungi questa fanfiction ai preferiti   Aggiungi questo autore ai preferiti   Segnala eventuali irregolarità   Aumenta la grandezza del testo   Stampa questa fanfiction




Lungo il corridoio c’era un silenzio irreale. Le pareti grigie trasmettevano un inquietante senso di isolamento, fredde come la nuda roccia, spoglie ed opprimenti.

 

Era un basso edificio di cemento, privo di finestre, che veniva usato come bunker dall’esercito. Ma era stato abbandonato tempo prima, perché considerato dalle autorità un luogo non sufficientemente sicuro. Ormai nessuno faceva più caso a quella tozza costruzione che occupava il ciglio di una delle strade secondarie della zona militare, e le poche persone che vi passavano di fianco la ignoravano del tutto,  ricordando, magari solo per un attimo, i giorni in cui era ancora un riparo  sicuroed affidabile per i militari.

 

Pochi però conoscevano l’esistenza, tra quelle massicce mura, di una stanza che, quasi nessuno,  riusciva a descrivere dopo esservi entrato. Quelle pareti erano diverse. emettevano uno strano odore, difficile da identificare, ma sembrava sapere di morte, di atroci sofferenze e di….sangue. Per quanto avessero lavorato e strofinato, per eliminarne ogni traccia, quell’odore permaneva, ad imperitura tangibile testimonianza  di quanto accaduto in quegli ambienti che sembrava ancora continuare a ripetersi.

 

Quelle mura tornavano a macchiarsi di rosso dopo tanto tempo. In quel preciso istante, mentre l’intero edificio era percorso da laceranti urla di dolore, attenuate sino ad essere soffocate dai tramezzi insonorizzati dell’antico bunker in disuso, la scena si ripeteva, come un incubo destinato a non avere fine. Grida che provenivano dal profondo, fra le pareti di quella stanza piccola ed angusta, dal quel buio incolmabile che si stava espandendo inesorabile nel cuore di qualcuno…

 

Una ragazza. Non comprendeva più quello che le stava accadendo, percepiva solo il freddo di quell’arma, l’arma che con violenza continuava a colpirla, le sue mani legate, il pavimento che le mancava da sotto i piedi e poi con gli occhi, quella parete, che ad ogni sferzata argentea si macchiava sempre più di rosso.

 

Sentiva la lama infierirle la carne, percuoterle l’anima nel profondo, sentiva gridare. Una voce disperata, che implorava pietà, ma non riusciva più ad emettere alcun suono, solo dolore, immenso, che inesorabile le pervadeva il corpo e la mente. E poi capì, si rese conto che quella era la sua voce.

 

Percepì uno strano bruciore nell’anima, lo stesso che aveva provato tante volte…tutte le volte che erano stata sue le armi, sua la rabbia che infuriava contro altre vite. Voleva uscire fuori e difendersi, ma il dolore glielo impediva.

 

Le si chiusero gli occhi e la voce le si spense nelle labbra. Buio.

 

L’unica cosa che percepì prima di sentirsi morire, fu la voce di un uomo, alle sue spalle.

 

« Questa è l’ultima volta, Hide.» e poi dei passi che si allontanavano, accompagnati dal suono del metallo infilato nella sua guaina « Nessuno può salvarti adesso.»

 

Hide.

 

Era quello il suo nome? Non riusciva più a rammentarlo…

 

Ma ormai che importava?

 

Sentì la vita che scorreva via, lenta come le stille di sangue che continuavano a gocciolare dalle sue dita, e poi la parete, che fece svanire il suo essere in quel cupo colore di morte che la avvolgeva senza pietà.

 







Commenta questa fanfiction   Aggiungi questa fanfiction ai preferiti   Aggiungi questo autore ai preferiti   Segnala eventuali irregolarità   Aumenta la grandezza del testo   Stampa questa fanfiction
 

 
S.o.a.P vive dal 6 Settembre 2004. Layout e codice creati dalla sottoscritta. DISCLAIMER: il tenutario del sito non ha alcuna responsabilità nè è perseguibile per i contenuti pubblicati dagl utenti nei loro scritti e nei commenti. Per l'utilizzo, anche parziale, dei racconti pubblicati su questo sito, è necessario chiedere il consenso degli autori. Il sito non è a scopo di lucro, e tutte le storie ed i personaggi presenti nelle fanfictions sono utilizzati nel rispetto dei rispettivi proprietari e copyrights.