S.o.a.P - HomePage
  S.o.a.P | Sezione Autori | Exit
Account: Login | Register 

MGS: il film ~ By Shadow
Final Fantasy VIII - PG-13 - Umoristico + Demenziale - One-shot - Pubblicato: 2/8/06 - Aggiornato: 2/8/06
ID Fanfiction: 776 - Commenti: 5
Commenta questa fanfiction   Aggiungi questa fanfiction ai preferiti   Aggiungi questo autore ai preferiti   Segnala eventuali irregolarità   Aumenta la grandezza del testo   Stampa questa fanfiction



Era una giornata come le altre nel Garden e gli studenti facevano le loro solite cose: chi combatteva, chi finiva in infermeria, chi si strafogava di panini, chi, come dire, si scambiava “effusioni”  poco decenti ed altre attività quotidiane. Mentre Zell e Sandy (la ragazza con la treccia)si trovavano in giardino, meglio se non dico a fare che, un fulmine colpì una quercia, che prese subito fuoco. La ragazza si spaventò e saltò nuda dai cespugli attirando l’attenzione di tutti i presenti. Quando tornò in se si andò a nascondere tra le braccia del suo compagno di giochi e gli disse tremante.

 

Sandy: Non è un buon segno.

 

Zell: Dai, non essere così drastica, a tutti può capitare di agire senza pensare, anzi, quasi quasi lo faccio anche io.

 

Sandy: Ma che hai capito! Parlavo dell’albero!

 

Zell: Per caso era quello dove abbiamo limonato per la prima volta?

 

Sandy: Ma che cazzo dici? Non lo sai che un albero colpito da un fulmine è segno di malaugurio? Soprattutto se si tratta di  querce!

 

Zell: Mi dispiace, ma in biblioteca lo sai perché ci vado, no? Per un solo motivo.

 

La bibliotecaria caricò un destro che sembrava capace di spaccare il globo.

 

Sandy: Non ti sarai fatto una mia collega?

 

Zell: M-ma che pensi, io dicevo che venivo per te.

 

Sandy: Ma vero! Come posso essere dubbiosa del mio passerottino.

 

Zell: Rivestiamoci, se ci becca Seifer siamo fregati.

 

Seifer: Troppo tardi Gallinaccio!

 

Il capo del CdD saltò dall’altro lato del cespuglio con una mano nascosta dietro la schiena.

 

Seifer: Guarda un po’ chi abbiamo qui, il Gallinaccio assieme alla trecciolina che se la spassavano fregandosene dei divieti del mio comitato.

 

Zell: Ehm… Seifer, posso chiederti un favore?

 

Seifer: Parla e vedrò se la mia maestosa persona potrà esaudirti.

 

Zell: (modesto come al solito, eh?)Ti prego, non mandarci in servizio mensa, la settimana scorsa eravamo talmente distrutti che sembravamo degli zombie! Al massimo manda solo me e lascia stare Sandy.

 

Seifer: Ma che scena commovente. Veramente non volevo mandarvi a lavorare, perché grazie a voi farò soldi a palate!

 

Sandy: C-che vorresti dire?

 

Seifer: Vi ho filmati mentre vi coccolavate, è venuto davvero un bel video.

 

Detto questo mostrò la telecamera digitale che teneva nascosta dietro di sé, mostrando loro una parte della performance.

 

Seifer: Quando lo metterò sul mercato farò così tanti soldi che potrò costruirmi un intero Garden tutto mio!

 

Zell: VORRESTI METTERCI IN VENDITA SU INTERNET!!!

 

Seifer: Noo, farò di meglio. Farò delle copie del disco da vendere a 100 Guil minimo l’una. Voglio però essere buono con voi viste le circostanze: metterò altre facce sul vostro corpo e vi darò l’ 1% sulle vendite.

 

Sandy: Come mai questo sbalzo di generosità?

 

Seifer: Mi sento buono oggi… bah, no, non è così, è solo che non voglio passare dei guai, tutto qui. Per le teste non posso lasciare le vostre o finirei nei guai col preside, e poi quell’1% sulle vendite sarebbe 1 Guil a disco, tanto per ripagarvi dello sforzo. Un normale porno non verrebbe mai così espressivo. Ciao!

 

Seifer se ne andò ed i due poterono tirare un respiro di sollievo.

 

Zell: Era questo il cattivo augurio, eh?

 

Sandy: Ci è andata molto bene, potevamo essere espulsi!

 

In quel momento il preside chiamò i neo pornodivi assieme ad altri SeeD molto noti, facendo rabbrividire la loro schiena.

 

 Sandy: Com’è possibile, il danno è già stato fatto.

 

Zell: Non vuol dire che sia per forza una brutta notizia, ha chiamato anche altri.

 

I due uscirono allo scoperto, stavolta vestiti, e videro una cosa che non avrebbero mai voluto vedere: erano due gli alberi in fiamme, spenti dai ragazzi della Compagnia dell’Acqua. Ormai privi di speranza salirono in presidenza, dove trovarono anche Squall, Selphie, Rinoa, Irvine, Quistis, Seifer, Nida, Fujin, Raijin, Shu ed Ellione intorno ad un lungo tavolo al cui capo c’era Cid affiancato da Edea.

 

Cid: Finalmente siete arrivati, ci è arrivata una notizia che vi interesserà.

 

Zell e Sandy fecero del loro meglio per sembrare normali mentre i preside continuava.

 

Cid: La Konami, una casa produttrice di videogiochi, ci ha chiesto di realizzare un film su uno dei suoi capolavori, conosciuto da tutti come Metal Gear Solid, e voi sarete gli attori.

 

Zell: Ma è uno dei miei videogiochi preferiti, l’avrò finito una cinquantina di volte! È grandioso!

 

Sandy (pensando): Ecco che cos’era quella predizione, qui nessuno sa recitare! Sarà un fiasco totale!

 

Selphie: Che bello un film! Quando si inizia?

 

Sandy (pensando): Sbagliato. Nessuno tranne Selphie.

 

Edea: Anche adesso se volete, i costumi di scena ed il regista sono già qui.

 

Quistis: Chi sarebbe il regista?

 

Cid: Una persona che conoscete bene…

 

Rinoa: Steven Spielberg?

 

Shu: Martin Scorsese?

 

Selphie: Franco Zeffirelli?

 

Cid: No, è stato soldato, giornalista, attore ed ora presidente…

 

Squall: No, tutti tranne lui! Ditemi che non è lui!

 

Cid: … Di Esthar Laguna Loire, il paparino di Squall.

 

Squall: Nooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo! È un incubo!

 

Edea: Su Squall, almeno avrai l’occasione di conoscere meglio tuo padre.

 

Squall: Forse non lo avete capito ma è proprio quello che non voglio!

 

Nida: Quali saranno i ruoli?

 

Cid: Allora… Snake sarà interpretato da Squall…

 

Squall: Pure il personaggio principale dovevate affidarmi?

 

Cid: … Meryl sarà…

 

Rinoa: Eccomi!

 

Cid… No, Selphie.

 

Selphie: Evviva, il mio primo incarico da protagonista!

 

Rinoa: Perché? Sono IO la fidanzata di Squall e non Selphie.

 

Edea: Selphie è molto simile al personaggio se escludiamo il carattere, per questo è stata scelta lei.

 

Rinoa: Voglio sapere chi ha scelto i ruoli.

 

Edea: Laguna.

 

Rinoa: E che cazzo, anche il suocero mi è contro!

 

Raijin: Rinoa, modera il linguaggio o ti sbatto in mensa.

 

Cid: Dicevo… Rinoa sarà Mei Ling…

 

Rinoa: Per lo meno è carina.

 

Cid: … Zell sarà il ninja…

 

Zell: Wow, mi è sempre piaciuto combattere contro lui nel gioco! È fichissimo! Potrei sapere una cosa?

 

Irvine: Spara.

 

Selphie: Ma quello che sparava non eri tu?

 

Irvine: È un modo di dire.

 

Zell: Comunque, che fine fa il ninja? Io i filmati li ho sempre passati perché mi annoiavo a guardarli.

 

Seifer: Allora eri all’oscuro che il tuo personaggio schiattava contro Liquid?

 

Zell: No, non lo… Coosa!?! Perché dovrei morire?

 

Cid: La Konami così ha deciso e così sarà. Seifer sarà Liquid…

 

Seifer: Mi sono sempre rispecchiato in quel tizio, bastardo fino al midollo! E poi potrò ammazzare il Gallinaccio.

   

Cid: …Kennet Baker lo farà Ward…

 

Squall: Pure i compari di papà… che bellezza.

 

Zell: Un secondo, ma Ward non parla, come farà a dire le battute?

 

Edea: I miracoli del doppiaggio a questo esistono.

 

Cid: …Nastasha sarà Quistis…

 

Quistis: Se devo proprio…

 

Cid: …Sniper Wolf verrà interpretata da Fujin…

 

Fujin: Ma, io non so tirare con le armi da fuoco! Fatelo fare ad Irvine (quando Fujin non è in servizio parla normale NDA).

 

Cid: Non possiamo, il personaggio è femminile, ma non preoccuparti, abbiamo mezzi all’avanguardia per gli effetti speciali. Continuando Irvine sarà Revolver Ocelot…

 

Irvine: È bravo a sparare?

 

Zell: Certo, fa anche rimbalzare i proiettili sui muri.

 

Irvine: Allora va bene.

 

Cid: …Hal Emmerich, alias Otacon, sarà Nida…

 

Nida: Non la deluderò.

 

Sandy: Vedi che non stiamo in missione, è solo un film.

 

Ellione: Solo? La vostra performance verrà vista dappertutto, non essere così leggera.

 

Quistis: A proposito, che parte ha Elly?

 

Edea: Io e lei ci occuperemo degli effetti speciali usando i nostri poteri.

 

Squall: Mezzi all’avanguardia, eh?

 

Cid: …Io sarò il colonnello Campbell, Raijin farà Raven…

 

Raijin: In effetti ci somigliamo.

 

Cid: …Kiros sarà sia Octopus che Anderson, il papà di Rinoa farà Jim Houseman, parte piccola ma importante…

 

Rinoa: Pure papà? Speriamo che anche lui non si metta contro di me.

 

Cid: … E Sandy interpreterà la dottoressa Naomi Hunter…

 

Sandy: Sono stata declassata da fidanzata a sorella di Zell, sigh.

 

Cid: …Ora andiamo sul set a prepararci.

 

Zell: Un Attimo, manca il personaggio di Mantis, il tipo coi superpoteri.

 

Cid: Ecco… lo interpreta Adele.

 

Tutti: Coosa! Ma non era morta?

 

Cid: La Compressione Temporale lo ha riportato in vita ed a quanto pare ha subito un trauma cranico, perciò non si ricorda di niente, tranne dei suoi poteri di stregone.

 

Selphie: Scusate, ma se è una STREGA come mai vi rivolgete a lui come se fosse un uomo?

 

Cid: Il fatto è che È un uomo, ma se ne è accorto solo ora. (non me lo sono inventato, Adele è davvero un uomo! Certo, poteva vestirsi in un modo più virile, non ci sarebbero stati problemi a capirlo)

 

Shu: Certo che ce ne sono di rincoglioniti al mondo.

 

Il gruppo di attori improvvisati scende al piano terra per incontrare il regista, che nel frattempo ha già iniziato a dare disposizioni ad alcuni studenti che avrebbero fatto da comparse.

 

Laguna: Forza gente, c’è da fare un film! Ho già allestito tutto, si partirà per Trabia non appena arriveranno gli attori principali.

 

Al sentire nominare la sua patria Selphie corse verso il regista e gli saltò addosso per poi rotolare per svariati metri mentre la ragazza gridava.

 

Selphie: WHAAA! LAGUNA SEI MITICO! GRAZIEGRAZIEGRAZIE! SI VA TUTTI A TRABIA! SI, VI OSPITO A CASA MIA!

 

Irvine: Ma era così già da prima che ci rincontrassimo?

 

Squall: Ma chi lo sa! È da quando l’ho vista la prima volta al Garden che non la vedo comportarsi normalmente. Secondo me a Trabia le hanno dato da bere troppi alcolici per scaldarsi e le si deve essere uso il cervello, o almeno quel poco che aveva. Come fai a starci assieme?

 

Irvine: Beh, di solito le tappo la bocca con un bel p…

 

Quistis: Irvine! Qui ci sono dei bambini!

 

Irvine: Ma che hai capito! Dicevo che le tappavo quel forno con un panino!

 

Rinoa: Conoscendoti avrei dei seri dubbi.

 

Fujin: (è tornata in servizio) USARE MACCHINA VERITA’?

 

Shu: Ottima idea. Portiamo Irvine nella S.T.F.V.

 

Irvine: Dove?

 

Raijin: La Stanza della Tortura Fino a Verità.

 

Irvine (con la sua espressione da playboy fallito): Che genere di tortura?

 

Seifer: Marchiatura a fuoco e, in casi estremi, castrazione del soggetto pericoloso, ovvero te.

 

Irvine: Noooo! Tutto tranne i miei gioielli!

 

Ellione: Allora confessi! Brutto porco che non sei altro!

 

Irvine: Io non ho ammesso un bel niente!

 

Fujin : Ok, come vuoi. Raijin, accompagnalo in mensa.

 

Irvine: Mensa?

 

Rinoa: È lì che si trova la nostra sala.

 

Irvine: Ora capisco perché c’è gente che odia la mensa.

 

Dopo tre quarti d’ora di attesa nella suddetta stanza delle torture le ragazze riuscirono a sapere tutti i segreti di Irvine, i nomi delle ragazze che si era fatto e le sue varie perversioni, perché tra l’altro aveva provato a violentare anche Angelo, perché diceva di essere andato in crisi d’astinenza mentre Selphie era in missione. Pronti ormai per partire per la terra dei ghiacci il gruppo salì sulla Lagunarock trasportando uno Squall poco convinto della reale situazione. Il set sembrava preso davvero dal gioco, tanto che Zell iniziò a maneggiare come fosse posseduto dallo spirito di un samurai.

 

Seifer: Ecco, il Gallinaccio ha preso l’aviaria.

 

Laguna: Naa, si sta solo immedesimando nel personaggio.

 

Quistis: Certo che questo set è davvero realistico, sembra davvero di essere in una base militare di terroristi. Come le avete realizzate?

 

Laguna: Sono semplici ologrammi emessi da quei riflettori.

 

Squall: Sei davvero un genio caro il mio Presidente, mi spieghi dove cavolo mi dovrò appendere ora per la scena della scalata alla torre?

 

Laguna: Proprio non ti fidi del tuo paparino che ti vuole taanto bene?

 

Squall: Infatti mi vuoi taanto bene che mi hai abbandonato all’orfanotrofio.

 

Laguna: Non è stata colpa mia. Mi sono ritrovato in una situazione difficile a fare il Presidente.

 

Squall: Forse se tenevi quel forno che ti ritrovi al posto della bocca chiuso ora saremmo stati una famiglia normale!

 

Laguna: Se ti preoccupava davvero al posto di andare da Artemisia durante la Compressione Temporale andavi da tua madre e le chiedevi di non morire!

 

Squall: Ma per chi mi hai preso, per il figlio di Hyne?

 

Laguna: In ogni caso le addette agli effetti speciali solidificheranno gli ologrammi.

 

La discussione andò avanti per più di un’ora, cosicché mentre regista ed attore principale non erano ancora pronti il resto degli altri interpreti principali e non già ripassavano le parti.

 

Laguna: Allora, pronti a girare la prima parte?

 

Interno del sottomarino. Squall alias Snake si trovava nella capsula pronta per essere sparata verso l’isola del gioco.

 

Squall: Ehi, non sono un siluro! Fatemi uscire da questa cazzo di scatola per sardine!

 

Laguna: STOP! Figliolo, queste battute non ci sono nel copione, e vedi che non ti lanciamo con un siluro, a poche decine di metri sarai rilasciato ed inizierai a nuotare.

 

Squall: Nell’acqua gelata?

 

Laguna: Sono solo ologrammi!

 

Squall: Si, ma Elly e la Madre me lo fanno sentire il freddo mentre solidificano l’ologramma!

 

Dopo questo piccolo (si fa per dire) inconveniente si giunse alla scena del porto d’arrivo, dove squall prese il Gunblade pronto a decapitare una guardia, quando…

 

Zell: Squall, vedi che non puoi usare il Gunblade.

 

Squall: E perché?

 

Rinoa: Tesoruccio, il tuo Gunblade non esiste in questo gioco.

 

Squall: Ma la Konami sta contro di me? Prima in una scatola per sardine che poteva esplodere e poi non posso manco usare il mio Lionheart!

 

Kiros: Attieniti alla parte e non fiatare.

 

Squall: Non sei mio padre per dirmi che devo fare!

 

Laguna: Lui no ma io si. Muoviti con la tua parte e vedi di non rompere.

 

Dopo otto ore passate a recitare ed a dire cavolate sulle varie interpretazioni il gruppo di attori finì di girare la scena del combattimento contro il carro armato si recò per davvero a casa di Selphie, che di certo non poteva essere detta piccola: avete presente la Reggia di Caserta con tanto di giardino? Ecco, immaginatevela tre volte tanto. Il primo commento fu di Seifer, che a vedere tanta ricchezza esclamò.

 

Seifer: Ammazza che roba! Questo è sette volte il palazzo presidenziale di Galbadia!

 

Quistis: Allora non scherzava. A QUESTA LE ESCONO I SOLDI DAL BUCO DEL CULO!

 

Squall: Ora capisco perché Irvine si è messo con lei.

 

Irvine: Veramente neanche io lo sapevo.

 

Selphie: Eccoci alla mia cara casetta! Entrate che vi faccio conoscere i miei! 

 

Appena entrati i SeeD furono accolti da delle grida disumane, seguite dall’alzarsi di una marea di polvere. Quando la nuvola si diradò notarono dinanzi a loro due figure “particolari”. La figura femminile indossava un elegante abito da sera corredato di perline, quarzi e qualsiasi tipo di decorazione possibile ed immaginabile, mentre l’altra era vestita con una pelle di Mesmerize alla tipo Tarzan e brandiva pericolosamente una sega elettrica.

 

Donna: Figlia mia adorata! Da quanto non venivi!

 

Selphie: Mammina! Papino! Questi sono i miei amiconi! Vi è piaciuta la sorpresa?

 

Uomo: Eccome! Venite pure a tavola, finisco di squartare il Gojusheel per la cena e sono da voi. 

 

Dopo che le due strane figure familiari si furono allontanate i ragazzi domandarono alla loro compagna.

 

Rinoa: Selphie, sono QUELLI i tuoi adottatori?

 

Selphie: SII! Ho sentito dire che mamma discende da uno degli antichi imperatori di Dollet prima che l’impero perdesse la sua potenza, mentre papà è il campione mondiale di squarto di mostri con la sega elettrica da trenta anni. Dovreste provarlo, è spassosissimo!

 

Zell: Preferivo l’idea di pazza amante dei lanciamissili, faceva meno serial killer.

 

MS (Mamma Selphie): La cena è pronta!

 

Il pasto fu servito in un ampissimo salone adatto ad ospitare una decina di campi da calcio con al centro un tavolo da far invidia alle migliori corti mai esistete sul quale era poggiato un Gojusheel di almeno un quintale e mezzo.

 

PS (Padre Selphie): Forza ragazzi, non fate complimenti. Da queste parti le prede abbondano e questi grossi mostri sono particolarmente deliziosi.

 

I ragazzi si sedettero ed iniziarono a banchettare. Dopo un paio di minuti Seifer si versò un bicchiere di quello che gli pareva vino… no, non è il sangue del mostro, siete fuori strada. Allora, Seif prese questa bottiglia e ingoiò il liquido per poi sputarlo sotto forma di fiamme.

 

Seifer: MA CHE CAZZO DI ROBA È?

 

PS: Ah, Ah, Ah, non preoccuparti, si tratta del nostro miglior liquore, è più che adatto a scaldarti nelle giornate invernali di questo posto glaciale.

 

Il biondo guardò meglio l’etichetta e vide un nome inaspettato: Red Blood Dragon (lo stesso che mi hanno rifilato all’Onion’s Knight nell’altra fanfiction), l’alcolico che usavano bere al Garden per festeggiare la cicatrice di qualsiasi studente. Dopo cena venne assegnata ad ognuno una stanza grande quanto un’aula universitaria, dove la serata passò tra gli incubi di Zell sulle lussuose case infestate da spettri e da dei continui rumori provenienti dai piani inferiori. Ritornati sul set il gruppo chiese alla Trabiana.

 

Shu: Scusa, ma che erano quei rumori che si sentivano stanotte cos’erano.

 

Zell: E-erano f-fantasm-mi, è-è c-così?

 

Selphie: Ma noo, era solo mio zio Gregory che aggiustava la sua copia della Lagunarock. È un appassionato di meccanica.

 

Laguna: Le riprese ricominciano, tutti pronti ad iniziare!

 

Per quel giorno le riprese passarono per bene, tranne quando Seifer iniziò a prendere per il culo Zell per la sua interpretazione tanto seria da non sembrare sua e, come dire, un piccolo “problemino” con Selphie.

 

Selphie: No, no, no! Mi rifiuto di andare girando col culo di fuori per girare un film!

 

Laguna: Selphie, sii ragionevole. Tutti noi facciamo qualche sacrificio per fare qualcosa di decente, stare per cinque minuti senza pantaloni che ti costa!

 

Selphie: Mi vergognooooo!!! Fate un fotomontaggio!

 

Laguna: Non ci avevo pensato. Irv, sai che fare.

 

Irvine: Subito capo.

 

Irvine aprì una valigia che si portava sempre dietro.

 

Squall: Che hai lì dentro, tutti i numeri de “La mia Vicina”?

 

Irvine: No, di meglio! In questo computer ho tutti i migliori file porno ed hentai possibili ed immaginabili trovabili sulla rete. Ce n’è anche uno con due tipi che sembra stiano facendo un amatoriale senza saperlo.

 

Zell si avvicinò a Seifer e gli disse sottovoce.

 

Zell: Seifer, non avevi detto che ne avresti fatto solo dischi?

 

Seifer: Si, ma poi ci ho pensato bene ed ho venduto il video per 1.ooo.ooo di guil al miglior offerente della rete. Ne ho ricavato molto più di quanto potessi mai immaginare.

 

Zell: E, la NOSTRA parte?

 

Seifer: Ah, quella? Ho dato i vostri 10.000 guil in beneficenza a vostro nome.

 

Zell svenne sul colpo, mentre Seifer rideva di gusto.

 

Seifer: Ci hai creduto! Sono già sul tuo conto in banca, Gallinaccio.

 

Squall: Cosa c’è sul suo conto in banca?

 

Seifer: I soldi che ha vinto durante la mia ultima bocciatura. Mi ha detto che me ne avrebbe dato la metà per la gioia di aver vinto.

 

Risolti gli ultimi problemi il gruppo filmò fino alla prima sconfitta di Sniper Wolf e tornò al suo domicilio di Trabia. Non ci furono stavolta inconvenienti a cena, ma durante la notte i rumori furono più forti accompagnati da risate sadiche poco rassicuranti. Il giorno dopo quindi la paura che lo “zietto” di Selphie fosse in realtà un pazzo si sparse tra i SeeD, che decisero di fare dei turni di notte per non essere assassinati mentre dormivano, esclusi Selphie per un motivo fin troppo capibile e Zell, che di sicuro sarebbe svenuto alla vista dello zio. Quella giornata i problemi furono centinaia causa effetti speciali, visto che ogni volta che c’era bisogno di loro Edea ed Ellione stavano chissà dove a cercare di svelare ogni minimo segreto ed a trovare tracce di occulto per Trabia. Nonostante questi problemi il film venne (stranamente) terminato dopo il terzo giorno (alla tipo resurrezione di Cristo insomma, solo che stavolta non si sarebbe salvato nessuno) con tanto di doppio finale e doppio filmato di tortura (per entrambe le possibilità di far finire il gioco con la ragazza viva o morta) con gran gioia di tutti. Tornati a casa per gli addii finalmente venne svelata l’identità dello zio di Selphie, un uomo bassino, con due chiodoni nel collo, testa semirettangolare, cicatrice sulla fronte ed un paio di piccoli occhi gialli.

 

Gregory: Cara nipotina, ho una sorpresina per te.

 

Il tipo prese un telecomando da tasca ed attivò un pulsante. Il terreno sotto di loro tremò e si aprì un varco dal quale uscì…

 

Selphie: La tua Lagunarock! È identica a quella vera.

 

Gregory: te l’ho fatta come augurio di buona carriera scolastica e teatrale. Oltre ai laser ed alle mitragliette ci sono anche i tuoi adorati lanciamissili ed alcune seghe elettriche di tuo padre.

 

Selphie: Ecco perché non li trovavo più in camera! GRAZIE ZIETTO CARO!

 

Gli attori di Balamb salirono sulla nuova Lagunarock e tornarono al Garden. La settimana successiva Laguna andò dai ragazzi per annunciare la prima mondiale del film, quindi la sera stessa si ritrovarono davanti al cinema cittadino chi trepidante, chi ansioso e chi che non se ne frega niente (secondo voi chi?) in attesa che il film inizi. Durante il film poi iniziano i vari commenti.

 

Squall: Certo che papà non ci sa fare proprio con la telecamera, mi ha ripreso una merda.

 

Seifer: Ma tu non eri quello che non voleva recitare?

 

Squall: Si, ma visto che mi ci hanno costretto potevano fare almeno un lavoro decente.

 

Sandy: Zell, hai un’interpretazione divina.

 

Zell: He, he, grazie tesoro.

 

Seifer: Di certo è meglio come attore che come combattente.

 

Zell stava per lanciare il Meteorstrike sul Gunblader quando fu fermato da Quistis.

 

Quistis: Idioti siamo al cinema! Ve la vedrete dopo.

 

Rinoa: Devo ammettere che Selphie sa recitare davvero bene, sembra sia al naturale.

 

Selphie: Perché, di solito ti sembro sott’olio?

 

Irvine: Lascia perdere tesoruccio.

 

Arrivati i titoli di coda i SeeD si alzarono per ricevere la loro dose di onori, ma al posto del cast e dei vari ringraziamenti uscirono… le scene tagliate per errori ed i vari problemi succedutisi durante le riprese.

 

Kiros: L-Laguna, come hai potuto!

 

Laguna: Ogni grande film fa vedere le scene sbagliate durante la composizione del film.

 

Edea: Lagu, quelli sono i film COMICI.

 

Laguna: Oops, ho sbagliato?

 

Squall: Certo. Ma sai che ti dico? Mi piacciono più queste cazzate che abbiamo fatto che il film intero!

 

The end.

 

Zell: Come the end? Non puoi lasciarci uno spazietto finale a me ed alla mia adorata?

 

Autore: Uffa, come vuoi, ma non ti assicuro niente.

 

Dopo la programmazione del film Zell e la bibliotecaria andarono a cena fuori, festeggiando coi soldi ricevuti da Seifer per il porno video. Usciti dal locale incontrarono un uomo in bombetta che pareva attenderli.

 

Uomo: Salve, mi chiamo Bono de Fer, produttore pornografico. Un vostro amico mi ha detto che vi interesserebbe lavorare per la mia azienda cinematografica.

 

Zell: Come ha detto?... Non mi interessa, grazie per l’opportunità.

 

Bono: Aspetta, il tipo ha firmato un contratto decennale a vostro nome, quindi ora le vostre anime sono mie!

 

Sandy: Ma non dovevamo fare solo film?

 

Bono: Eh, eh, è questa la fregatura! Se rivolete le vostre anime dovrete lavorare per me!

 

Fine

 

Zell: Ti prego! Dacci un’altra possibilità.

 

Autore: Hai voluto lo spazio personale? Ora ti arrangi, potevi accontentarti prima ma hai voluto fare di testa tua.

 

Zell: Ma sei un bastardo!

 

Autore: Io non ho fatto niente, ha fatto tutto Seifer.

 

Zell: Grr, se lo prendo!

 

The end, stavolta davvero.







Commenta questa fanfiction   Aggiungi questa fanfiction ai preferiti   Aggiungi questo autore ai preferiti   Segnala eventuali irregolarità   Aumenta la grandezza del testo   Stampa questa fanfiction
 

 
S.o.a.P vive dal 6 Settembre 2004. Layout e codice creati dalla sottoscritta. DISCLAIMER: il tenutario del sito non ha alcuna responsabilità nè è perseguibile per i contenuti pubblicati dagl utenti nei loro scritti e nei commenti. Per l'utilizzo, anche parziale, dei racconti pubblicati su questo sito, è necessario chiedere il consenso degli autori. Il sito non è a scopo di lucro, e tutte le storie ed i personaggi presenti nelle fanfictions sono utilizzati nel rispetto dei rispettivi proprietari e copyrights.