S.o.a.P - HomePage
  S.o.a.P | Sezione Autori | Exit
Account: Login | Register 

Tutti a Lecce! ~ By Shadow
Final Fantasy VIII - G - Umoristico + Parodia - COMPLETA - Pubblicato: 11/5/06 - Aggiornato: 19/6/06
ID Fanfiction: 685 - Commenti: 22
Commenta questa fanfiction   Aggiungi questa fanfiction ai preferiti   Aggiungi questo autore ai preferiti   Segnala eventuali irregolarità   Aumenta la grandezza del testo   Stampa questa fanfiction




Questa è una parodia finalfantasiana della gita che ho fatto poco tempo fa a Lecce. Chiedo gentilmente a terrabreake di non accusarmi di plagio, visto che anche lei ha scritto una fic su un fatto simile e nonostante alcuni fatti possono sembrare simili mi sono capitati per davvero, tranne per l’inizio, adattato come meglio potevo visto che non abito a Balamb. In questa storia ho inserito anche alcuni personaggi di “si incrociano le lame, ecc…” perché i personaggi principali del gioco erano troppo pochi. Io sarò interpretato da Giuseppe e l’intera storia sarà vista dal mio punto di vista, visto che ho a disposizione solo quello. Fate come se le coppie del videogioco non esistessero, poiché l’unica vera coppia presente sarà interpretata da Squall e Rinoa. Ora basta chiacchiere, passiamo ai fatti!

 

I)                                                                                                                  Notizia al Garden.

 

Durante una delle tante lezioni di Quistis il preside entrò in classe con un volto radioso.

 

Cid: Ragazzi, ho una meravigliosa notizia da darvi. Come tutti voi sapete Giuseppe ha fatto un viaggio in un altro mondo parallelo al nostro. Abbiamo scoperto come aprire un nuovo varco e presto potremo partire per visitare il posto.

 

Quistis: Quanto presto?

 

Cid: Domani mattina sarà già tutto pronto. I prof accompagnatori saremo io, mia moglie, Yamazaki (quello che ti degrada se al 2° piano nel disco 1 mostri il Gunblade al ragazzo a gli fai una magia, la fotocopia sputata di uno dei miei accompagnatori), Omura, Fujin e Landi.

 

Quistis: Io non posso venire?

 

Cid: Se vuoi venire lo farai come studente.

 

Quistis: Ma Fujin non è una prof!

 

Cid: Sciocchezze, è una ragazza molto responsabile. Potrai fare quello che vuoi coi tuoi compagni.

 

Quistis: (Vaffanculo, preside di merda, proprio ora che potevo comandarli a bacchetta) Come desidera.

 

Cid: Per oggi le lezioni sono finite, preparate l’occorrente per il viaggio ed avvisate i vostri genitori. La partenza è alle 5.30 di mattina.

 

La classe si svuotò all’istante, lasciando come dei fessi Squall e gruppo, che cercavano ancora di capire se il preside scherzava o facesse sul serio.

 

Cid: Che fate, non andate?

 

Squall: Non è che ci state prendendo per il culo?

 

Cid: Come osi dubitare di me? Non vi ho mai mentito in tutta la mia onorata carriera!

 

Zell: Devo ricordarvi quello scherzo di pessimo gusto riguardo alla festa di tre anni fa, quando ci faceste entrare nel Centro d’Addestramento dicendo che chi sarebbe entrato avrebbe ricevuto una gradita sorpresa?

 

Cid: C’è chi lo ha apprezzato.

 

Seifer: Chi lo ha apprezzato è un emerito coglione, parola mia!

 

Cid: Comunque questo non è uno scherzo.

 

Selphie: Ce lo giuri.

 

Cid: Possa trovarmi un Anacondar nel letto al posto di Edea.

 

Irvine: Non basta, che vi cada seduta stante il “cavallo di battaglia”  se mentite.

 

Cid: Va bene, accetto la condizione.

 

Aurelia: Ma questo allora fa sul serio! Tutti in stanza!

 

Dopo un’ora di preparativi l’intero Garden era pronto a partire, il problema era che mancavano ancora 18 ore.

  

Giuseppe: Che facciamo nel frattempo? Mi annoio.

 

Giorgia: Possiamo sempre organizzarci sul come passare le serate.

 

Irvine: Orge e festini?

 

Selphie: Pensi solo a quello? Sei un fissato vero e proprio!

 

Rinoa: Il festino secondo me va bene, ma le birre dove le prendiamo?

 

Zell: Ogni albergo che si rispetti ha un bar che vende alcolici no? Li compreremo lì.

 

Quistis: È una pessima idea! Non se ne parla.

 

Squall: Fai tanto la perfettina ma lo sappiamo che sei la prima a voler fare ‘stè cose.

 

Quistis: … se dici ancora queste cose su di me ti metto un rapporto!

 

Aurelia: Non sai fingere, lo leggiamo nei tuoi occhi che non vedi l’ora di farlo.

 

Quistis: Ho una reputazione da mantenere.

 

Seifer: Tranquilla, nessuno ci scoprirà.

 

Giuseppe: Allora è deciso, ci vedremo la prima serata nella stanza delle ragazze. Io vado a spaccare delle teste al Centro d’Addestramento, i bagagli sono già pronti.

 

Squall: Allora a domani.

 

Zell: A domani.

 

Il gruppo si disperse, ognuno impegnato a pensare a che fare, dove andare e a come passare il tempo prima del giorno stabilito.          Fine capitolo

 

NDA: Ecco a voi il capitolo introduttivo alla gita. Come già detto prima non è andata esattamente così, anzi, non è andata proprio così. Per chi voglia sapere cosa ho passato durante il soggiorno a Lecce pubblicherò tra poco il prossimo capitolo, non ne succederà una normale!







Commenta questa fanfiction   Aggiungi questa fanfiction ai preferiti   Aggiungi questo autore ai preferiti   Segnala eventuali irregolarità   Aumenta la grandezza del testo   Stampa questa fanfiction
 

 
S.o.a.P vive dal 6 Settembre 2004. Layout e codice creati dalla sottoscritta. DISCLAIMER: il tenutario del sito non ha alcuna responsabilità nè è perseguibile per i contenuti pubblicati dagl utenti nei loro scritti e nei commenti. Per l'utilizzo, anche parziale, dei racconti pubblicati su questo sito, è necessario chiedere il consenso degli autori. Il sito non è a scopo di lucro, e tutte le storie ed i personaggi presenti nelle fanfictions sono utilizzati nel rispetto dei rispettivi proprietari e copyrights.