S.o.a.P - HomePage
  S.o.a.P | Sezione Autori | Exit
Account: Login | Register 

school in love ~ By -rik-
Final Fantasy VII - R - Romantico + Sentimentale - Pubblicato: 18/4/07 - Aggiornato: 24/7/07
ID Fanfiction: 1445 - Commenti: 176
Commenta questa fanfiction   Aggiungi questa fanfiction ai preferiti   Aggiungi questo autore ai preferiti   Segnala eventuali irregolarità   Aumenta la grandezza del testo   Stampa questa fanfiction




“Lockheart!”


E' strana questa scuola. E' molto più grande dell' altra, molto più affollata è molto più pettegola temo. Quando siamo passati la gente non ha fatto altro che indicarci e parlare di noi alle nostre spalle.

Ho anche ricevuto commenti poco carini sul mio seno che ho “ringraziato” subito con un gancio dei miei mentre lui, Cloud Strife, tentava di fermarmi per non farmi mettere ancora una volta fra i guai, anche sé alla fine mi ha aiutato con il pestaggio.

Dovevo immaginarmelo: nessuno può toccargli i capelli, nemmeno che lo conosco da così tanto tempo.

Da quanti anni è che siamo amici?

Mah! Sono così tanti che ne ho perso il conto ma forse più semplicemente che insieme a lui il tempo passa in fretta.


“Tifa!Ci sei?”


Da quando anche sua madre è morta si è trasferito da noi. Si potrebbe pensare che delle persone che si vedono 24 ore su 24 tendono a stare un po' separati uno dall' altra come quando ascolti una canzone per troppo tempo o indossi lo stesso capo d' abbigliamento; allla fine di stufi.


Ma per me è Cloud non è così.

Più stiamo insieme e più diventiamo indispensabili uno per l'a ltro. Potremo benissimo dire che viviamo in simbiosi. Siamo un lichene, due esseri in uno. Lui è il mio fungo.

Il solo pensiero di allontarmi da lui mi fa venire aumentare il battito cardiaco, inizio a sudare e vengo presa dal panico.

Non riesco proprio a farlo. E' sempre stato così.


Oppure potreste pensare che vedrsi cos' tanto, sentire il respiro di un l' altro posso far scattare la scintilla..... mi dispiace avete sbagliato ancora. E' strano farvi capire che cosa unisce me è Cloud... va molto più lontano dell' amicizia, ma non è amore freterno anche se la sua onnipresente presenza in casa potrebbe far pensare tale.

Una volta lui era innamorato di me. Ma da piccoli. Ripensandoci era così carino... ma all' epoca mi metteva un po' in agitazione.

Cerchiamo di non parlare mai di questo argomento anche se ieri sera per sbaglio avevo tirato fuori l' argomento.

Lui mi aveva guardato con i suoi occhi azzurri mentre osservavo quasi incantata le lieve lentiggini che aveva sotto gli occhi... e... aveva un espressione... tipo quella che mi sta faccendo adesso....


“Signorina Lockheart quando ritorna dalla Luna si ricordi di portarmi un souvenir”


Ecco l' ho fatto di nuovo. Stavo pensando ancora per i fatti miei.E' la terza volta oggi e tutte tre le volte sono stata beccata. Perfetta per essere il mio primo giorno di scuola qui vero?Sigh! Devo trascorrere qui dentro altri 9 mesi e poi sarà libera. Ultimo anno di liceo... grandioso!


“Mi scusi” Tento inutilmente di giustificarmi ma quella vipera della prof continua a puntarmi. Il peggio è che non sta guardando solo me...

“veramente....” ecco il mio eroe. Il mio prode Cloud venuto a salvarmi! Avrà mille difetti: non è socievole, spesso è di cattivo umore, i suoi scherzi sono pesanti ma quando si parla di lealtà.... non lascierebbe mai un amico in difficoltà. Figuriamoci la sua migliore amica.


“io non centro niente!”...... La pagherai per questo affronto Strife. Puoi giurarci su ciò che vuoi.

“....... Strife e Lockheart eh?..... i vostri vecchi insegnanti mi hanno parlato di voi e non ho saputo belle cose su di voi” La prof ha parlato con i nostri vecchi prof? E che cosa le avrenno detto? Una delle numerose risse a cui abbiamo partecipato? Di quella volta che mi ha convinta a marinare la scuola? Oppure a quella volta che abbiamo rubato le verifiche?

“Non vi voglio vicini: separati”


Per chiunque ci conosca sa che questo è un equivalente di un colpo di pistola dritto al cuore anche se non credo che faccia così male.

Non può separmi dal mio fungo.E' una cosa contronatura: è come separare un cucciolo appena nato dalla sua mamma, togliere un pesce dall' acqua, far indossare indossare un vestito da bambolotto a un gatto.

E' qualcosa di estremamentre crudele e pericolo. Molto pericoloso; perchè non sa che la prof si è appena fatta due pericolosi nemici.

Stavamo per repicare quando una voce spavalda e sicura di sè non ci preceddette.


“Benvenuti all' inferno ragazzi, avete appena conosciuto Satana. Vi preghiamo di non ribellarvi: volete andare in paradiso no?”

Il ragazzo mi fece l' occhiolino. Notai che i suoi occhi avevano lo stesso colore di quelli di Cloud, a pensarci bene era davvero simile a Cloud se non fosse per i capelli corvini. Si dondolava sulla sedia incurante del pericolo che poteva incorerre; la compagna dai lunghi capelli castani tentava inutilmente di convincerlo a sedersi composto.


Mi colpirono subito i suoi occhi verdi, così rari e di un verde così brillante, e di una piantina che aveva sul banco. Aveva l' aria di essere molto dolce ma il fatto che fosse vestita di rosa e i suoi capelli fossero raccolti in una traccia, come se fosse una bambina mi lasciò perplessa.

Mi voltai verso Cloud per sapere che cosa ne pensasse ma noto con meraviglia che anche lui stava osservando la ragazza ma con occhio ben diverso dal mio......


“Zack, hai voglia di fare lo spiritoso?”

“Ma professoressa ma cosa le salta in mente?”

“Vuoi fare lo spiritoso?” Bene! Che ne dici di venire al posto della signorina Lockheart??”

“Mi separa da Aeris?”

Zack abbraccia la ragazza. Aeris arroscisse leggermente ma non fa nessuno movimento per sfuggire al gesto.


“Si hai capito bene! Adesso alzati e viene qui!”

“D' accordo”

Zack molla la ragazza all' istante raccotta le sue cose e in tre secondi si trova già difianco al mio banco che aspetta che mi smuovi

“Con calma non ti preuccopare abbiamo ancora tre ore all' ultima campanella”.


Zack mi sorride mentre Aeris, la ragazza con la pianta, continua a fissare me o Cloud, non riesco a capire bene, e sorride anche lei. Di meno di Zack ma con quel acceno di sorriso riesce ad illuminare la classe.

Mi sento un po' impaurita e mi guardo intorno smarrita finchè non sento una mano calda afferare la mia.Cloud.

Mi volto verso di lui , mi guarda mi sorrise come per dirmi andrà tutto bene. Bastardo.

Sa che non riesco a dirgli di no se fa così... forse è il fatto che sorride così raramente da rendermi sua schiava ogni volta che lo fa.

Ma non ci posso far niente. Con un sorrido riesce a farmi fare di tutto.


Annuisco poco convinta, prendo le mie cose e mi trasferisco da Aeris.Il silenzio ritorna a reganre nella classe e appena la prof ha smesso di guardarmi, la mia nuova vicina di banco mi abbraccia laciandomi senza parole.


“Che bello finalmente una femminuccia! Zack a volte è una sanguisuga! Pieacere mi chiamo Aeris!”

Ricambio l' abbraccio un po' confusa visto che non sono abituata a questi gesti. Guardo Cloud cercando del sostegno ma lo trovo in difficoltà: Zack ha iniziato a parlare e non sembra voler smettere


“Tu e quel tipo biondo siete fidanzati?” Aeris mi riporta alla mia realtà e continua a fissare Cloud. La domanda mi lascia un po' solpresa ma rispondo un po' seccata di no.


“Meno male.Sai è così carino!!!”


Non so perchè ma a questa affermazione mi si strinse il cuore

 







Commenta questa fanfiction   Aggiungi questa fanfiction ai preferiti   Aggiungi questo autore ai preferiti   Segnala eventuali irregolarità   Aumenta la grandezza del testo   Stampa questa fanfiction
 

 
S.o.a.P vive dal 6 Settembre 2004. Layout e codice creati dalla sottoscritta. DISCLAIMER: il tenutario del sito non ha alcuna responsabilitÓ nŔ Ŕ perseguibile per i contenuti pubblicati dagl utenti nei loro scritti e nei commenti. Per l'utilizzo, anche parziale, dei racconti pubblicati su questo sito, Ŕ necessario chiedere il consenso degli autori. Il sito non Ŕ a scopo di lucro, e tutte le storie ed i personaggi presenti nelle fanfictions sono utilizzati nel rispetto dei rispettivi proprietari e copyrights.